Chiostro francescano

Descrizione

Il chiostro, annesso al Santuario della Madonna del perpetuo soccorso, era parte dell'antico convento francescano e rappresenta uno dei pochi esempi di architettura monastica ancora esistenti nel Veronese.

Di forma perfettamente quadrata, il chiostro, presenta al centro, in corrispondenza del punto di incrocio delle linee mediane, un bel pozzo in pietra bianca, di stile veneziano prebarocco attribuito alla scuola del Sansovino.

Questo monumento è un autentico gioiello storico artistico. Le quarantacinque lunette che si sviluppano nel sottoportico, in corrispondenza con le aperture degli archi, sono tutte affrescate.

In esse sono dipinti episodi della vita e della leggenda di San Francesco. Gli affreschi risalgono alla seconda metà del '600 un periodo che era stato preceduto da devastanti epidemie di peste. Le opere pittoriche presenti nel chiostro sono state commissionate da famiglie della zona che sopravvissero alle pestilenze.

Le scene della vita di San Francesco si sviluppano nel sottoportico come in una sequenza cinematografica e terminano con le esequie del Santo che chiudono il ciclo. Gli i affreschi sono opera di Bernardino Muttoni che negli sfondi e nei paesaggi di questi dipinti ha documentato la vita bussolenghese dell'epoca.  

Contatta le Terre del Custoza

*
*
*
*