Corte Valmaron, ora Cartolari

Descrizione

L’origine della corte risale al secolo XV; è simile più ad un edificio militare che a una corte rurale ed infatti il torrione d’angolo è tipico delle costruzioni militari emiliane o lombarde.

Un’ala contrapposta presenta anche un coronamento di merli e alla base si trovano affreschi relativi a figure di santi.

Sulla sommità della facciata un piccolo campanile a vela ricorda ancora quando le ore erano scandite dal confidente suono della campana.

La torre colombara si sviluppa su quattro piani con eleganti finestre contornate ed altre aprture chiuse proprio sotto il cornicione caratterizzato da una dentellatura particolare.

La particolarità dell’intero complesso è data dal comignolo che svetta sull’intero edificio, caratteristico delle nobili residenze di campagna più che di una semplice corte agricola.

L'ingresso è posto a sud attraverso un portone a due ante con sovrapposto un tetto, in linea con l'ingresso principale della residenza padronale.

Sui lati le abitazioni dei lavoranti, le stalle, i portici ed alcuni tratti di muro che racchiudono la corte, la quale ha un ingresso secondario forse di un ampliamento sulla destra, con un cancello ed un'altro corpo di fabbrica che finisce a sud con un muro merlato e due edicole affrescate (un prelato benedicente forse San Vittore Papa).

A sud della corte vi è l'aia (in dialetto selese) per la battitura del frumento.

E' curioso sapere che sul prato antistante la corte, fin dagli anni Trenta, i giovani delle famiglie mezzadrili giocavano a tamburello e molti diventarono dei veri campioni di questo sport: si può quindi affermare che in questa corte sia nata la passione per il tamburello a Palazzolo, cosa che si perpetua ancora oggi.

Durante la Prima Guerra Mondiale sui terreni fra la corte e la strada regionale n. 11 fu progettato un piccolo campo di aviazione.

Come arrivare

Da Verona e da Peschiera del Garda percorrendo la strada regionale n. 11, nei pressi della località Bosco di Sona, svoltare in via Valmaron.

Autostrada A4 Venezia Milano: uscita al casello Sommacampagna, alla rotonda a sinistra in direzione Sona / Bussolengo. Dopo 4 km circa, continuare in direzione Bussolengo; dopo il sottopasso girare a destra per la strada regionale n. 11 in direzione Peschiera del Garda. Nei pressi della località Bosco di Sona, svoltare in via Valmaron.

Autostrada A22 Brennero Modena: uscita al casello Verona Nord, direzione Peschiera del Garda – strada regionale n. 11. Nei pressi della località Bosco di Sona, svoltare in via Valmaron.

Contatta le Terre del Custoza

*
*
*
*