Il Monumento ai Caduti della Grande Guerra di Palazzolo

Descrizione

Il monumento ai Caduti che sorge nel sagrato della chiesa parrocchiale di Palazzolo, il primo eretto in Veneto e quarto in Italia, fu inaugurato il 3 agosto 1919, fortemente voluto dal parroco don Augusto Corsi. 

Le cronache raccontano che il sacerdote, in tempi di ristrettezze economiche per la popolazione, non si fermò davanti al problema finanziario. Visto che le offerte raccolte non coprivano l’intero costo dell’opera, si seppe che Don Augusto pagò di tasca sua la differenza; nobile gesto che ci fa comprendere il suo amore per la gente di Palazzolo.

Il monumento sorge su un piano semicircolare al quale si accede da una gradinata. Ha forma ottagonale, con base di tre gradini che elevano il complesso marmoreo, sulle cui facciate superiori sono scritti i nomi dei Caduti della Prima Guerra Mondiale. A ovest c’è lo stemma Sabaudo e sotto un solo nome: don Augusto Corsi – Palazzolo 5/1/1926. Una modanatura allarga ulteriormente la base, al centro della quale è scolpita in rilievo una scena di guerra: un cannone, delle lance, delle bandiere contornate da rami di quercia e palma, su altri tre lati i nomi dei Caduti della Seconda Guerra Mondiale. Sopra il cippo basale c’è una colonna spezzata, simbolo della vita stroncata. Sulla sommità della colonna, in altorilievo, è posta una corona d’alloro, immagine del premio dato nell’antichità ai vincitori. 

Nel 1945, nell’area circostante il monumento fu collocato un cannone da guardia-coste, usato come anticarro da 90/53, del peso di 1450 kg, rinvenuto a palazzo Palazzoli, occupato dalle truppe tedesche durante il secondo conflitto mondiale e adibito a officina. 

Il cannone fu posto con la bocca rivolta verso il basso, per significare la resa delle micidiali armi di fronte al Supremo Sacrificio dei Caduti. Si contano anche quattro bombarde da mortaio da 220 mm.

 

Come arrivare

Da Verona e da Peschiera del Garda percorrendo la strada regionale n. 11, presso la località Bosco di Sona, al semaforo prendere la direzione per Palazzolo. Arrivati in centro paese, svoltare a destra e salire via IV Novembre fino a raggiungere la Chiesa Parrocchiale, sul cui piazzale si trova il Monumento.

Autostrada A4 Venezia Milano: uscita al casello Sommacampagna, alla rotonda a sinistra in direzione Sona / Bussolengo. Dopo 4 km circa, continuare in direzione Bussolengo; dopo il sottopasso girare a destra per la strada regionale n. 11 in direzione Peschiera del Garda. Presso la località Bosco di Sona, al semaforo prendere la direzione per Palazzolo. Arrivati in centro paese, svoltare a destra e salire via IV Novembre fino a raggiungere la Chiesa Parrocchiale, sul cui piazzale si trova il Monumento.

Contatta le Terre del Custoza

*
*
*
*