Villa Sigurtà

Descrizione

Sontuosa  villa veneta, fu la dimora estiva dei Conti Maffei, nominati signori del feudo di Valeggio e Monzambano dal Doge di Venezia nel 1649, che investirono le loro ricchezze nel vicariato di Valeggio, nell'acquisto di terreni agricoli e nella costruzione di mulini, sulle rive del Mincio.

Fu progettata e realizzata su disegno dell’architetto Vincenzo Pellesina (1637-1700), che si ispirò ai famosi progetti del Palladio, seguendo la linearità tipica dello stile neoclassico.

Nel corpo centrale, quattro colonne ioniche  inquadrano una vasta loggia dal soffitto affrescato, opera di Biagio Falcieri.

Nel timpano, sormontato da pinnacoli, una lapide ricorda l’antica investitura dei Maffei. 

Durante il periodo del Risorgimento fu dimora dell’Imperatore Francesco Giuseppe d’Austria e, più tardi, Quartiere Generale dell’Imperatore Napoleone III. 

 

Come arrivare

Da piazza Carlo Alberto, la piazza centrale del paese, lungo via Murari, dopo circa 250 metri si svolta in via Circonvallazione Maffei.

Venendo da Borghetto, si svolta a destra in via Giuseppe Verdi, di cui riempie l'intera prospettiva.

 

Contatta le Terre del Custoza

*
*
*
*